.settimana Santa   .vattienti   .strumenti di flagellazione   .canti   .percorso processione

Ai tuoi piedi

Ai tuoi piedi, oh bella Madre
Verso pianto di dolor:
per me prega il Figlio, il Padre,
in te sola ha speme il cor.
Una stilla almen del sangue,
che versava il tuo Gesù,
mi conforti il cor che langue,
mi conceda ancor virtù.
Ah! Seguir vorrei tuo Figlio,
il mio sangue ancor versar:
non ho forza nel perielio,
sento il cor in sen tremar.

Del calvario in su la via
Teco voglia almen venire,
e spirar con te, oh Maria,
contemplando il tuo patir.
Or al Figlio, che ferito, che ferito
Tutto sangue in faccia a te
Offri uno sguardo impietosito,
una lagrima per me.
Tu sei Madre del dolore,
degli afflitti sei cunsuol,
hai pre me trafitti il cor,
per me in croce è il tuo figliol.
Fra i cipressi ognor m’aggiro
Ove mesta passa i dì:
sarò teco nel martiro,
ove il Figlio tuo morì.

Io l’offesi, e i falli miei
finchè vivo, io piangerò
ma se Madre ancor mi sei
io perdon ti chieggo, e avrò.

trascrizione testi a cura di Natalia Mendicino